.
Annunci online

 
AGORApopolare 
la piazza dei cattolici democratici. Popolari per convinzione!
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Popolari di Moncalieri
benecomune.net
PiuVoce.it
Osservatorio cardinal Van Thuan
Alcide De Gasperi
Istituto Sturzo
AGORApopolare su ifatti.com
AGORApopoalre su lamianotizia
AGORApopolare su polisblog
I comunicati stampa popolari
le foto di AGORApopolare su flickr
AGORApopolare su Myspace
AGORApopolare su postanotizie
Agora popolare su OKnotizie.alice
AGORApopolare su Technorati
AGORApopolare su fainformazione
AGORApopolare su ZicZac
AGORApopolare su diggita
blog cattolici
rassegna stampa camera dei deputati
  cerca

Popolari di Moncalieri

Promuovi anche tu la tua Pagina Moncalieri città per la Famiglia

Promuovi anche tu la tua Pagina


 

Diario | il pinguino | comunicati | appuntamenti | popolarismo | varie dalla rete | contatti | dai territori | organizzazione e deliberazioni |
 
Diario
1visite.

9 settembre 2014

"Sulla strada di Gerico - animatori parrocchiali oggi", il nuovo libro di Giancarlo Chiapello. Dagli oratori linfa nuova per la comunità

Giancarlo Chiapello, Sulla strada di Gerico - animatori parrocchiali oggi, Vita Editrice“L’Oratorio nasce sulla strada: il titolo lo dice in modo inequivocabile. Non un’apologia della strada in quanto tale ma della strada che – secondo il racconto evangelico – il discepolo deve percorrere per andare verso il Signore Gesù ma anche la strada che egli stesso è chiamato a percorrere se vuole seguire il Maestro nella sua missione.
L’Autore è in piena sintonia con l’Evangelii Gaudium: se Gerico indica le «periferie esistenziali » tanto richiamate da Papa Francesco, l’Oratorio si colloca all’interno di questo movimento (la «strada») e se ne pone al servizio, come suo efficace strumento pastorale”

(dalla prefazione di don Luca Ramello, direttore ufficio pastorale dei giovani dell’Arcidiocesi di Torino)



Giancarlo Chiapello, 39 anni, politico e saggista moncalierese, da anni impegnato nell’animazione oratoriana parrocchiale.Ha pubblicato: Le ragioni del servire, l’impegno sociopolitico dei cristiani, 2003; Adesso per il domani, una proposta politica (con A. Monticone), 2004; La fecondità cercata, 2° quaderno di Italia Popolare, 2005;Mario Becchis, il Sindaco intellettuale, 2010; Sofia Novellis di Coarazze, la Baronessa al servizio di Dio e dei bisognosi, 2012.

http://www.marcovalerio.it/titolo/9788875473983/


30 ottobre 2008

Sulla via di Camaldoli

in "Dialoghi.net, lunedì 27 ottobre 2008
http://www.dialoghi.net/index.php/2008/10/sulla-via-di-camaldoli/


di Simone Esposito

Un “rinnovato umanesimo cristiano”: al termine di tre anni di cammino il Meic riparte con un obiettivo vertiginosamente alto, ma anche straordinariamente necessario.

L’assemblea nazionale, che si è chiusa domenica, ha approvato a larghissima maggioranza quel “Documento Camaldoli” risultato del percorso triennale che il movimento degli intellettuali di Azione cattolica ha affrontato con il contributo di tutti i suoi gruppi locali, dei suoi tanti amici e della loro esperienza nelle professioni e nell’università, con l’aiuto importante dei ragazzi della Fuci e della comunità monastica di Camaldoli. Proprio dall’eremo toscano si è voluto ripartire, e da quel “Codice” che sessant’anni fa segnò la via della ricostruzione democratica e costituzionale dell’Italia annientata dalla guerra e dal fascismo. A scrivere quelle pagine di grande storia politica e civile furono allora i Laureati cattolici: i loro eredi, più di mezzo secolo dopo, hanno provato con umiltà a seguirne il metodo per elaborare riflessioni e progetti per un paese stanco, spesso diviso, sicuramente bisognoso di cambiare per guardare al futuro.

Tra le righe del “Documento Camaldoli”, sintesi di un “Rapporto” più ampio che sarà pubblicato a breve, le proposte sono tante: un nuovo patto sociale di cittadinanza, democrazia partecipativa, riforme perché il lavoro recuperi il primato sul capitale, investimenti e non tagli per la scuola e l’università, politiche fiscali fondate sulla nozione di capacità contributiva, Tobin Tax, una nuova governance mondiale con centralità dell’Unione europea, diritto di cittadinanza più accessibile per gli immigrati, un impegno deciso per la salvaguardia dell’ambiente anche da parte della Chiesa, una laicità fondata sul dialogo.

Tante idee che devono camminare sulle gambe di tutti, soprattutto dei cristiani: il “rinnovato umanesimo” non può che essere fondato sul Vangelo. Un impegno per ogni socio del Meic, per ogni membro della grande famiglia dell’Azione cattolica.

PER APPROFONDIRE E VEDERE I DOCUMENTI DELLA X ASSEMBLEA NZIONALE DEL MEIC "VERSO LA CITTA' FUTURA": http://www.meic.net/

sfoglia
gennaio        novembre